• Logo commemorativo

Cinquantenario del Collegio

Chiediamo di considerare la storia percorsa fino ad oggi e di ringraziare Dio guardando al presente, mentre sentiamo ardere con forza la fiamma del nostro carisma nel mondo, perché il Collegio non è solamente di Roma, dell'Italia o dell'Europa, ma del mondo intero.

Osservando con attenzione questa storia, siamo invitati a guardare con speranza al futuro.

Francesco d'Assisi ha creato la fraternità perché il dono dell'amore fraterno, di cui siamo stati resi partecipi da Gesù Cristo, potesse trovare un ambiente adatto a crescere, svilupparsi e maturare. E lui, San Francesco, ha abbracciato il suo presente nella gioia e nella fraternità.

Il logo di questo duplice Anniversario è stato pensato per percorrere tutta la storia del nostro Collegio. L'immagine di San Lorenzo da Brindisi è inserita nel ricordo dei 110 anni dalla fondazione, perché è il Patrono del Collegio: è stato un grande missionario, in diversi Paesi e tra diverse culture; è un modello che ci aiuta a garantire l'interculturalità di questa Casa per la formazione umana, spirituale ed accademica dei Frati Cappuccini, in un contesto di unità che si realizza facendo tesoro della pluriformità delle nostre origini.

L'Ordine, i nostri Confratelli che fondarono il Collegio nel 1908, fin da allora hanno guardato e pensato e progettato per il futuro.

110Il cingolo, che nei 110 anni fa da cornice all'immagine di San Lorenzo seduto allo scrittoio, con i suoi 3 nodi ci ricorda i voti ed i principi cardine della nostra vita di obbedienza, di castità e di povertà. A questi si è ispirato San Francesco d'Assisi per costruire ed alimentare la fraternità, pur nella diversità delle famiglie e dei Paesi da cui proveniamo. Il cingolo mostra che abbiamo bisogno di essere legati, in unità, intrecciati l'uno con l'altro.

I nodi sono grandi, e a più giri di corda, perché, se bene intrecciati, insieme siamo più forti per aiutare i poveri e per la missione alla quale ciascuno è chiamato.

50Lo stemma del Cinquantenario incornicia nel cingolo un'immagine che è posta all'entrata della nostra chiesa, ispirata allo stemma francescano. Le braccia di Cristo e di San Francesco sono insieme alla Croce, ma qui ciascuna mano si protende a toccare e sostenere il cingolo, perché l'unità dei tre Voti di Obbedienza, Povertà e Castità trova sostegno e fondamento in Cristo e in San Francesco, in quell'incontro straordinario che ha dato vita all'Ordine Francescano e alla nostra Santa Riforma Cappuccina.

cingoloIl cingolo in orizzontale è come il segmento di una retta di cui non vediamo i confini: una linea del tempo che mostra come il cammino di ciascun Frate Cappuccino è collegato a quello di ogni Circoscrizione e presenza dell'Ordine nel mondo.

Ciascuno di noi, condividendo l'esperienza del Collegio, favorisce lo spirito della fraternità universale.

Il nostro desiderio è che questo Anniversario possa essere un tempo di ringraziamento e di speranza e che i Frati possano abbracciare il futuro, le sue promesse e le sue sfide, con coraggio e forza, condividendo la gioia del Vangelo: un dono da vivere in pienezza.

Lodiamo il Signore per il Bene e la Pace che il Collegio internazionale San Lorenzo da Brindisi ha seminato e seminerà nel mondo, perchè qui l'Ordine mostra il proprio carattere ed il proprio volto internazionale ed universale, come universale è la Chiesa stessa!

 

Nel Cinquantenario della sede attuale 2018



9zzCollegioPiazza

Collegio Internazionale San Lorenzo da Brindisi

Ordine dei Frati Minori Cappuccini

Cinconvallazione Occidentale n°6850 - (GRA KM 65.050)

C.P. 18382  - 00163 Roma(Italia),  Telef.: +39 06660521